Tendenze capelli per l’autunno-inverno 2020/2021

L’hairstylist scrive una storia diversa con ogni donna. Non è un semplice parrucchiere che ascolta e realizza i desideri delle clienti, è un consulente d’immagine che le aiuta a scoprire la loro innata bellezza. Il parrucchiere fa dell’autenticità e della personalizzazione i valori chiave che guidano il proprio lavoro. Entrare in un salone significa prendere parte ad un processo artistico dove l’arte rende più divertente e interessante la vita, oltre a regalare una pausa di benessere dalla routine. Scopriamo insieme le tendenze capelli per l’autunno-inverno 2020/2021!

Ma si può davvero ancora parlare di trend? Il concetto “va di moda” è stato completamente superato, è la personalizzazione la vera moda. Oggi parliamo di macro tendenze, ovvero linee guide a cui ispirarsi in base al viso di ogni donna. Per esempio, il taglio di media lunghezza è tra i più richiesti di stagione, ma è un concetto molto ampio che si può declinare in mille modi: scalato, asimmetrico, pari. La stessa cosa vale per il colore: possiamo parlare di naturalezza come resa finale, ma la naturalezza può essere costruita attraverso il contouring o un balayage tono su tono.

A causa della pandemia, ci siamo abituati a osservarci in modo puntiglioso attraverso gli schermi, più di quanto avessimo mai fatto davanti allo specchio. Ecco che allora l’hairstylist diventa la persona capace di indirizzarci verso la scoperta della nostra bellezza più autentica. Questa è la stagione del rinascimento della bellezza, ovvero del valore intrinseco che ogni donna possiede e che aspetta solo di essere valorizzato. È attraverso la scoperta di chi siamo veramente che riusciamo anche a delineare l’hairlook più appropriato.

I tagli

I bob pari e piatti hanno lasciato il posto a tagli medi trasformabili attraverso lo styling.  La scalatura permette di giocare con la texture naturale e di dare più forma anche ai ricci. I tagli medio-corti hanno una forma ovalizzata, mentre sui capelli medio-lunghi si lavora nella parte interna del taglio per un effetto destrutturato. I tagli medi sono molto richiesti, riflettono il mood incerto del periodo, come a dire: ho voglia di cambiamento ma non di rischiare.

Lo styling

Lo styling è destrutturato, naturale, in movimento, deve celare la mano del parrucchiere. Una volta si iniziava a fare la piega con i capelli bagnati, oggi si lasciano asciugare quasi del tutto per creare uno styling personalizzato a partire dalla caduta naturale. E poi, si usano spazzole e ferri dal diametro ampio per un effetto più blando. Dopo la piega, si pettinano sempre i capelli con un pettine a denti larghi, lasciando che la cliente si muova e aggiusti i capelli, solo a quel punto si possono definirli, aggiungendo un tocco professionale.

Il colore

È un bel colore, che richiede un progetto prima di essere applicato. Le schiariture sono molto attuali, ma devono essere eseguite senza creare contrasti netti. L’effetto ricrescita è sempre meno marcato e richiede una sfumatura più dolce.

Fonte_ Vanityfair

Scopri qui i nostri percorsi di formazione gratuiti!

Rispondi