La scienza del bello

Per poter comprendere il significato di estetica, dobbiamo innanzitutto definire che cosa sia. L’estetica è la scienza del bello. Il concetto di bello si estende in modo significativo su differenti livelli, in quanto viene attribuito alle persone, alle cose, alle immagini che possiedono bellezza. La bellezza è la qualità di ciò che è bello, è la capacità di suscitare nell’osservatore un senso di godimento estetico. Ciò porta a fare riferimento all’Istituto di Bellezza dove si eseguono cure estetiche per la bellezza del corpo. La bellezza richiama il concetto di corpo, inteso come aspetto esteriore da esternare per rendersi sempre più visibili e attraenti. Il corpo diventa pertanto oggetto di comunicazione, di relazione, di differenziazione e di appartenenza a un gruppo sociale.

È una modalità di “essere per esserci in presenza di altri”. La bellezza è presente nel tempo, nello spazio, nel pensiero, nella riflessione, nel godimento del respiro, nella pausa, nelle relazioni, negli ambiti di lavoro e nella frenesia della realtà che ci circonda. Il primo ad avere dato forma e trattazione sistematica al problema del significato dell’arte e del bello fu Platone, il quale separa il bello come idea in sé dall’attività artistica intesa come mera imitazione. Aristotele riprende il concetto di imitazione (mimesi). Ma poiché l’arte è imitazione, non della realtà ma di modelli o di forme possibili, ne costituisce il trascendimento adempiendo una funzione catartica.

Per sapere tutto sulle tue unghie, guarda qui.

Per conoscere le nostre scuole e i nostri percorsi di formazione, guarda qui.

Rispondi