Tortellini fatti in casa

Cosa c’è meglio dei tortellini fatti in casa? Delicati tocchetti di pasta ripiena con carne o verdure. Si tratta di una ricetta tipica dell’Emilia e amata in tutto il mondo per la sua immensa bontà. I tortellini non sono semplici da preparare, all’inizio verranno tutti diversi ma con un po’ di manualità, il risultato sarà unico. 

Tortellini

INGREDIENTI

  • Per la pasta all’uovo:
  • – 4 uova
  • – 400 gr di farina
  • Per il ripieno:
  • – 80 gr di carne trita di maiale
  • – 80 gr di carne trita di vitello
  • – 50 gr di mortadella
  • – 50 gr di prosciutto crudo
  • – 200 gr di formaggio grattugiato
  • – 1 uova
  • – sale e pepe
  • – noce moscata

Per realizzare un piatto che ormai è diventato leggenda grazie alla tradizione e all’impegno che c’è dietro un semplice tortellino, ci sono diversi segreti. A partire dalla realizzazione dell’impasto fino alla caramella, la chiusura tipica della pasta. Vediamo insieme.

Come preparare la sfoglia

Per preparare la sfoglia per prima cosa bisogna avere un piano da lavoro pulito. Realizzare la classica fontana, con 250 g di farina e procedere con le uova. Un piccolo segreto per ottenere un impasto liscio e omogeneo è quello di sbattere le uova prima di mescolarle alla farina. Alcuni aggiungono anche un pizzico di sale per dare più gusto all’impasto. Inoltre, può essere molto utile per avere una sfoglia semplice da stendere, lasciare il panetto a riposare per un’ora almeno. Durante questo breve periodo ottenere un impasto liscio faciliterà la stesura della pasta. Le uova se sono fresche danno all’impasto un tocco in più stupendo. L’impasto sarà pronto quando sarà liscio ed omogeneo: fate quindi una palla, avvolgetela nella pellicola e lasciate riposare la pasta all’uovo per un paio di ore.

Il ripieno originale dei tortellini bolognesi

I tortellini bolognesi hanno un ripieno che può essere realizzato con della carne oppure ricotta e spinaci. Nel primo caso bisognerà procedere a realizzare lo stracotto di manzo per poi frullarlo insieme ad aromi, formaggio come il parmigiano e mortadella per dare ancora più sapore. Invece, il ripieno con le verdure è molto veloce da preparare, basta cuocere gli spinaci così che non abbinano più acqua, aggiungere la ricotta e un po’ di parmigiano per dare sapidità. Una piccola pallina di ripieno darà un gusto unico al vostro tortello ripieno.

Come si girano i tortellini

Realizzare la forma a caramella dei tortelli richiede molta manualità, non si riesce ovviamente ad avere la perfezione al primo tentativo. In primis il segreto è la stesura della sfoglia che deve essere sottile al punto giusto per procedere poi con la preparazione delle piccole caramelle. Online ci sono moltissimi video da cui prender spunto per imparare a chiudere al meglio i tortelli. Posizionate al centro di ciascun quadrato un po’ di ripieno: aiutatevi con un cucchiaino per compiere questa operazione.

A questo punto arriva la parte più delicata: la chiusura dei tortellini. Piegate in due il quadrato di pasta in modo da formare un triangolo: per sigillare bene la pasta inumiditela leggermente e premete leggermente lungo gli angoli. Posizionate quindi il triangolo di pasta sul dito indice con la base del triangolo rivolta verso la punta del dito: ripiegate quindi gli angoli esterni in modo che avvolgano il dito, inumiditeli e pressateli leggermente. Estraete delicatamente il tortellino dal dito e piagate verso l’esterno l’ultimo angolo del triangolo.

La nostra scuola

Tempo di cottura dei tortellini freschi

Per cuocere in acqua bollente i tortelli freschi ci vuole pochissimo tempo, pochi minuti bastano per avere un risultato eccezionale. Non appena i tortelli iniziano a venire a galla, vuol dire che sono pronti per essere scolati e conditi in base al proprio gusto. L’acqua deve essere abbondante e salata, così da evitare di girare il meno possibile i tortelli.

Come conservare i tortellini fatti in casa

I tortelli fatti in casa possono essere conservati freschi, in frigo per qualche giorno o anche conservati congelandoli se tutti gli ingredienti sono freschi. Al momento d’uso, quando sarà pronta l’acqua per farli bollire, si inseriscono all’interno e quando salgono a galla sono pronti per essere gustati in maniera speciale.

La nostra scuola

Scopri i nostri centri di formazione qui.

Come diventare cuoco, qui.

Rispondi