Massaggio viso, quelli da provare subito

Il massaggio al viso è un vero toccasana per sopravvivere allo stress quotidiano e prendersi cura della propria pelle. Ecco i 10 più richiesti da provare.

Antiage, drenante, rilassante, il massaggio viso è sempre una buona idea: distende i muscoli e regala momenti di relax per quella parte del nostro corpo tra le più stressate. Ecco i 10 massaggi viso da provare assolutamente.

Il massaggio viso per tutte le età

Regalarsi un massaggio viso può aiutare a sentirsi meglio: stress, inquinamento e ritmi di vita che non concedono pause possono accelerare i processi di invecchiamento e mettere a repentaglio la pelle, il viso non fa eccezione. Anzi: i massaggi al viso contribuiscono anche a ottimizzare i benefici dei cosmetici e delle creme. Se fatti con costanza, contribuiscono a mantenere la pelle giovane e elastica.

Ecco quindi i 10 massaggi viso più richiesti da provare una volta nella vita.

Il massaggio lifting

Un massaggio lifting può aiutare a sentirsi meglio e a combattere l’invecchiamento cellulare della pelle: movimenti specifici e concentrati sulle varie parti del viso possono apportare benefici utili anche per pelli più giovani.

Il massaggio viso anti-age

Il massaggio anti-age grazie a particolari manipolazioni rende la pelle elastica, con effetti antirughe. Ci sono infatti delle tecniche e manovre in grado di creare degli effetti rilassanti e rassodanti sulla pelle e quella del viso prima di altre zone del corpo ne manifesta i segni. Nei centri estetici gli specialisti sono in grado, attraverso delle manovre sul volto, di riattivare il metabolismo cellulare, in modo da ossigenare i tessuti determinando un rinnovo delle cellule continuo e rapido. Questo si traduce in una pelle più radiosa e morbida..

massaggio viso coreano

Il massaggio viso coreano è molto in voga in questi anni perché diverse blogger ed esperte beauty coreane hanno diffuso delle pratiche che sono in grado, grazie a una specifica tecnica, di stimolare i muscoli del viso, la circolazione sanguigna e l’elasticità della pelle. Le donne coreane in particolare si basano sulla Linea V (mento – orecchie), lavorando su questa zona con massaggi che permettono di espellere le tossine e lasciare la pelle luminosa ed elastica.

Massaggio viso drenante

Il massaggio viso drenante è indicato per chi cerca un effetto rinfrescante, perché riduce il gonfiore e la ritenzione dei liquidi. I movimenti di questo tipo di massaggio sono lenti e delicati, non prevedono interruzioni e richiedono l’applicazione di una crema. Si tratta di applicare una tecnica di linfodrenaggio, i polpastrelli devono aderire alla cute e stirarla nella direzione del flusso linfatico.

Massaggio viso con coppette

La coppettazione del viso è una tecnica nata per alleviare i dolori muscolari e articolari degli sportivi mentre oggi è molto diffuso il massaggio con coppette come trattamento lifting viso non invasivo per distendere le rughe e ringiovanire la pelle. Le coppette vengono applicate sulla pelle a ventosa in modo da stimolare la circolazione sanguigna e linfatica.

Massaggio ayurvedico

Il massaggio ayurvedico è una particolare tipologia di massaggio che prevede l’esecuzione di diverse tecniche di manipolazione e sul viso è utile per eliminare lo stress e per stimolare l’ossigenazione della pelle con azione anti-age. Questo tipo di massaggio viene sfruttato anche per contrastare l’insonnia e favorire il riposo.

Massaggio viso tonificante

Ci sono diverse tecniche di massaggio viso tonificante, tutte con l’obiettivo di mantenere la pelle elastica e giovane. E’ consigliato per chi nota una riduzione del tono muscolare del viso, naturale con il passare dell’età. Con questo massaggio si alternano fasi di rilassamento, stimolazione e decontrazione, applicando prodotti specifici.

Massaggio viso kobido

Il massaggio kobidoè una tecnica di massaggio facciale originaria del Giappone, un vero e proprio lifting naturale in grado di riattivare il sistema circolatorio. Infatti distende i tratti, ossigena i tessuti e stimola la sintesi di elastina e collagene.

Massaggio viso con cristalli

Il massaggio con cristalli è una pratica olistica dalla tradizione millenaria. Vengono utilizzati diversi cristalli e pietre, di colori e forme diverse: la perla è indicata per illuminare la carnagione del viso, rafforzare la struttura cutanea e idratare, grazie alla proteina conchiolina.

Massaggio viso alla vitamina c

Il massaggio alla vitamina C aiuta a prevenire i segni del tempo: è un efficace antiossidante naturale, migliora l’elasticità della pelle, sostenendo la produzione di collagene, rendendo la pelle turgida e compatta.

  • Se vuoi diventare Estetista, leggi qui.
  • Leggi i 5 step del make up base qui.
  • Come avere sopracciglia perfette qui.

Come pulire e lavare i pennelli e le spugnette da trucco

Nel make up per un risultato perfetto nessun accessorio deve essere trascurato. Vediamo allora come pulire i pennelli da trucco e come lavare le spugnette.

È importante dedicare molta attenzione agli accessori che ti servono per truccarti tutti i giorni, sia per un fatto igienico che di praticità. Devi sempre pulire i pennelli del trucco e le spugnette perché sono degli oggetti che usi sul tuo viso e lasciarli sporchi vuol dire – oltre che rovinare i tuoi accessori – rischiare di portare polvere e batteri su parti molto delicate del viso, come gli occhi e la bocca. Se la tua pelle è sensibile, poi, potresti andare incontro anche ad irritazioni ed infezioni cutanee.

Come pulire e lavare i pennelli e le spugnette da trucco

Come pulire i pennelli trucco con tecniche fai da te

Lo sappiamo che pulire gli accessori è una faccenda noiosa, ma non rimandare troppo! Per farlo in modo veloce segui i nostri semplici consigli. Se vuoi lasciare da parte l’alcool o i solventi, entra anche tu nel fantastico mondo dei saponi! Ti consigliamo di affidarti a prodotti di uso comune, se vuoi evitare costosi detergenti specifici. Evita i balsami, perché ammorbidiscono troppo le setole e impediscono al make up in polvere di aderire bene al pennello! In molte si affidano a prodotti che puoi trovare tranquillamente anche in casa tua.

Pulire pennelli da trucco con setole naturali

Prendi i tuoi pennelli ed inizia a strofinare delicatamente le setole con un composto formato da acqua e sapone. Cerca di non aprire troppo le setole, per non rovinare i pennelli ma – qualora fossero molto sporchi – potresti anche metterli in ammollo in un recipiente. Fai attenzione a non far bagnare anche il manico e l’attaccatura del pennello, perché potrebbero rovinarsi. Alla base ci sono – infatti – delle colle che tengono insieme le setole. Evita il contatto diretto con l’acqua, così non corri il rischio che si stacchino.

Come pulire e lavare i pennelli e le spugnette da trucco

Pulire le spugnette da trucco

Passiamo adesso a un altro accessorio molto importante: le spugnette per il trucco. Ecco come lavarle e averne la massima cura. La prima raccomandazione è lavarle quotidianamente perché è importante che non rimangano residui di trucco vecchio. Se proprio non riesci a lavarle tutti i giorni, cerca di averne a disposizione più di una. In questo modo riuscirai ad usare sempre una spugna pulita, lavando le altre almeno una volta a settimana. Le spugnette che richiedono maggiore attenzione sono soprattutto quelle usate per stendere il fondotinta. La composizione di quest’ultimo permette al trucco di infilarsi tra le fibre facendo proliferare batteri e sostanze che andrebbero a chiudere i tuoi pori. Il rischio d’infezioni e irritazioni è sempre dietro l’angolo se non sai come pulire le spugne del trucco in modo corretto.

Come pulire e lavare i pennelli e le spugnette da trucco

Mettile in una bacinella con un po’ d’acqua calda, così si sgrasseranno meglio e aggiungi un detergente specifico delicato per essere sicura di togliere anche lo sporco più ostinato. Sulle spugnette bianche in lattice spesso rimangono tracce di fondotinta dure da mandare via. In questo caso, puoi spruzzare direttamente sulla spugna una piccola quantità di sgrassatore e strofinare con i pollici per togliere lo sporco. Risciacqua con abbondante acqua e lascia asciugare – come al solito – lontano da fonti di calore dirette. Tieni però a mente che l’utilizzo dello sgrassatore va bene per una pulizia straordinaria, ma non per quella quotidiana o settimanale. A lungo andare – infatti – lo sgrassatore potrebbe rovinare la tua spugnetta in lattice. Opta sempre per un sapone delicato!

  • Puoi rivedere la nostra diretta Facebook per altri consigli sul make up!
  • Se vuoi diventare Estetista, leggi qui.
  • Leggi i 5 step del make up base qui.
  • Come avere sopracciglia perfette qui.

ALTERAZIONI DELL’UNGHIA

  1. Alterazioni del colore. Prima di eseguire un trattamento estetico è necessario un esame accurato delle unghie. Le unghie possono subire alterazioni che ne mutano il colore, la forma e la crescita. Il colorito dell’unghia sana e normale è roseo.

Colorito rosso: quando il contorno ungueale si arrossa e si gonfia può indicare una infezione batterica o un’allergia.

Colorito bluastro o cianotico: se riguarda una sola unghia può essere la conseguenza di un trauma, ma quando riguarda tutte le unghie può essere sintomo di disturbi cardiaci o cattiva circolazione.

Colorito giallo: l’ingiallimento della lamina ungueale e l’indebolimento di essa possono essere causati dalla continua applicazione dello smalto colorato. Nei fumatori si può notare questo problema. Il colorito giallo a volte è causato da squilibri organici come itterizia, disturbi del fegato e della cistifellea.

Colorito scuro: può dipendere dal contatto con sostanze coloranti come vernici, tinte per capelli ecc., oppure da intossicazioni generali da farmaci.

Colorito verde: può dipendere da muffe (derivanti per esempio da una scorretta ricostruzione delle unghie) oppure da infezioni nel sangue e negli organi.

Colorito pallido: anemia o clorisi.

Guarda il centro di Viterbo via Richiello qui.

Il trend colore del 2021 prende il nome di Smoky Hair

Voglia di sperimentare una nuova colorazione capelli , per dare un twist a questo inizio anno e sfoggiare una chioma diversa dal solito? Il trend colore del 2021 prende il nome di Smoky Hair e, come la definizione lascia ben intendere, l’ispirazione arriva pari dalla nota tecnica trucco dello Smoky Eye . Tutto giocato sull’effetto degradé e su miscele di colori delicatamente sfumate, lo Smoky Hair promette di far felice chiunque desideri un cambio testa senza stravolgimenti radicali. Vediamo meglio in cosa consiste la tecnica.

Colore capelli 2021, la tecnica Smoky Hair

Per raggiungere l’obiettivo, si lavora con tre sfumature , più o meno come accade con il celebre trucco occhi s moky , dove in genere si miscelano due toni di ombretto grigio (uno chiaro e uno scuro), più un intenso ombretto nero carbone . Ma torniamo ai capelli: miscelando e sfumando ad arte (rigorosamente senza stacchi) le tre colorazioni scelte sulla base della chioma da trattare, il colorista e creare dalla radice alla punta una dissolvenza di colori, procedendo dalla nuance più chiara alla più scura, in dissolvenza. Dettaglio chiave: lo Smoky Hair ha il pregio di neutralizzare riflessature giallo-arancioni , creando un effetto fumé freddo, nei toni del cenere più o meno scuro.

Smoky Hair

Smoky Hair, a chi è consigliato

La resa dello Smoky Hair si apprezza su più fronti: i toni cenere e irisé si traducono in un look molto raffinato e contemporaneo , ma soprattutto il gioco cromatico messo a punto dall’esperto in salone andrà a valorizzare lo sguardo, con un effetto del tutto naturale. La colorazione Smoky si sposa alla perfezione con gli incarnati chiari, vedi la classica pelle di porcellana. Allo stesso modo, chi ha occhi grigi, verdi e azzurri trova nello Smoky Hair il suo match cromatico ideale. Quanto alla chioma, il gioco di riflessature riesce benissimo su capelli medio lunghi e lunghi, sia lisci (ideale il long bob), che ondulati e ricci. A casa, poi, sarà vostro dovere mantenere le tonalità fredde esclusivamente prodotti hair care professionali specifici per capelli colorati, privilegiando gli ormai famosi shampoo e balsamo con pigmenti violetti , nemici giurati dei riflessi giallo-rossastri.

Visita i nostri centri qui.

Scopri come diventare Operatore del Benessere, indirizzo acconciatore, qui.